Gloria Gaynor. La regina della disco-music

“Quando vieni messo KO devi rialzarti, fregartene e sopravvivere – non abbiate paura del futuro!”, Gloria Gaynor.

Sabato 7 Settembre 2019, Gloria Fowles, in arte Gloria Gaynor, ha compiuto 70 anni.

La cantante statunitense – di origine afroamericana - è nata nel New Jersey. In famiglia ha sempre avuto modo di suonare uno strumento musicale, cantare o danzare. Giovanissima ha ascoltato, alla radio, la musica di Nat King Cole. All’età di 22 anni è divenuta la cantante del gruppo Soul Satisfiers, band che univa il jazz al genere pop. Il primo brano di Gloria Gaynor è stato “She’ll Be Sorry”, scritto e pubblicato nel 1965. Il primo grande successo negli Stati Uniti d’ America è arrivato nel 1975 con l’album Never Can Say Goodbye.

Nel 1978 è stata incisa la canzone “I will survive”. Questo brano - destinato ad essere la parte B di un disco 45 giri- è divenuto un successo senza tempo ed è stato ripreso oltre 200 volte da vari artisti come Gladys Knight, Chantay Moore, Diana Ross e Cake. Un successo planetario. Nel 1979 il brano ha ottenuto il prestigioso Grammy Awards.

“I will survive” parla di una donna sofferente, pietrificata, che trascorre gran parte del tempo a piangere e a chiedersi cosa aveva potuto fare di male per essere umiliata e abbandonata dal fidanzato. Una problematica universale. Nella donna la sofferenza si traduce in determinazione a risalire la china, a riprendersi la propria vita e affrontare l’ex fidanzato.

Nell’ età d’oro della disco-music (1978-1979) il brano di Gloria Gaynor è divenuto una sorta di inno all’emancipazione femminile. La canzone è divenuta anche il canto di riferimento per la comunità LGBT (lesbiche, gay, bisessuali e transgender).

Gloria Gaynor ha dichiarato: “La canzone vuole ricordarci di essere sempre proattivi. Nei momenti difficili le persone sono sempre in cerca di risposte, di una direzione, di cosa fare e dove andare. Quindi è così difficile pensare che “I Will Survive” abbia più senso oggi di quanto ne avesse nel 1979? Attraverso questa canzone possiamo rispecchiarci in una donna che ha vissuto le nostre stesse difficoltà e che ha trovato la forza di rialzarsi e sopravvivere”.

Tempo fa, Faircloth, una ragazza statunitense, si è richiamata alla canzone di Gloria Gaynor per superare un momento difficile. La ragazza viveva nella strada con la madre e le due sorelle. Le quattro donne si sono ritrovate a dormire in un’automobile. Una sera, prima di addormentarsi, Faircloth ha deciso di scrivere le parole del brano “I will survive” sul davanti del suo zaino per la scuola. Un gesto per darsi forza. La canzone è stata il punto di riferimento di una giovane donna e le ha consentito di riscattarsi. Faircloth ha lavorato e completato gli studi all’ Università di Standford. Glorya Gaynor è venuta a conoscenza della storia di Faircloth e ha deciso di fare una sorpresa alla giovane. La regina della disco-music è andata a trovarla e dal vivo ha cantato lei “I will survive”.

L’ultimo successo di Gloria Gaynor -prima degli anni 2000- è avvenuto nel 1983 con il brano “I Am What I Am”. Alla fine degli anni Novanta Gloria Gaynor si è dedicata alla recitazione ed ha esordito in uno spettacolo di Broadway, dal titolo Smokey Joe’s Cafe. Nel 2002 Gloria Gaynor ha pubblicato il suo primo disco dopo 20 anni di pausa, chiamato I Wish Your Love. I brani estratti, “Just Keep Thing About You” e “I Never Know”, hanno riscosso un consenso dalla critica e si sono posizionati in testa alle classifiche musicali.

Nel 2005 il canale musicale VH-1 ha onorato la Gloria Gaynor del primo posto della classifica delle 100 migliori canzoni dance di tutti i tempi.

Gloria Gaynor  ha appoggiato -ed appoggia-  molteplici cause umanitarie come la Susan G. Comen Breast Cancer Foundation, la Hellenic Times Foundation, la Revlon Walk ForWomen e la Christian Broadcasting. Sostiene tre bimbi tramite il Christian Children's Fund.

 Nel 2012, “I will survive” è stata inclusa nella Grammy Music Hall of Fame.

I nostri auguri di buon compleanno a Gloria Gaynor, alla regina della disco-music!

 

Fonti:

https://www.nostalgie.fr/artistes/gloria-gaynor/actualites/ca-s-est-passe-un-10-mars-296059

https://www.studiomusica.net/file/rjelWNwrE0XjCWk21QviFmd8c8J4wf.pdf

https://dilei.it/lifestyle/gloria-gaynor-cantante-biografia-e-curiosita/460981/

 

 

Impresaeccezionale © 2018. Tutti i diritti riservati.